Home » Archeologia » Area Megalitica

Area Megalitica

Condividi

DOV’E’: in via Saint-Martin-de-Corléans.

LA STORIA: In quest’area di circa diecimila metri quadrati, situata ad est di Aosta e scoperta casualmente nel 1969, è stato individuato un complesso megalitico di valenza mondiale, con reperti di sei fasi storiche, dal 3000 al 1100 avanti Cristo. Il sito comprende una necropoli risalente al Neolitico finale (utilizzata poi fino all’età del Ferro), possibile resto della mitica città di Cordelia, fondata dai Salassi, popolazione piegata dai Romani.  L’area di Saint-Martin-de-Corléans è, assieme al Cromlech del Piccolo San Bernardo, uno dei due soli siti megalitici presenti nell’Italia nord-occidentale.

 

IL SITO

L’area, riportata alla luce come si diceva nel 1969, si estende per circa un ettaro e rivela uno dei più interessanti siti archeologici in Europa: suggestivamente scandite, significative testimonianze di quasi cinque millenni di storia, dai momenti finali del Neolitico ai giorni nostri. Il termine area megalitica è stato utilizzato per definire sinteticamente il ritrovamento di Aosta, che non presenta finora riscontri, all’infuori di quello, seppur parziale, con il sito di Sion, Petit-Chasseur, in Svizzera.

I ritrovamenti mostrano l’esistenza di un’area sacra destinata sin dall’inizio a essere sede di ricorrenti manifestazioni legate al culto e alla sepoltura. Sono state individuate cinque fasi strutturali che, a partire dal Neolitico recente (fine del V millennio a.C.) e attraverso tutta l’Età del Rame (IV-III millennio a.C.), giunge all’Età del Bronzo (II millennio a.C.).

Configurata dapprima come un santuario all’aperto destinato al culto dei viventi, l’area assume solo negli ultimi secoli del III millennio funzioni funerarie, divenendo una necropoli privilegiata, con tombe monumentali di varia tipologia megalitica.

In ordine cronologico sarà possibile apprezzare: le tracce di un’aratura propiziatoria corredata dalla semina rituale di denti umani (fine V millennnio a.C.) seguita dalla creazione di pozzi allineati sul cui fondo trovano posto offerte quali macine unite a resti frutti e cereali.

In un momento successivo (inizi del III millennio a.C.) si ha l’allineamento di almeno 24 pali totemici in legno orientati da Nord Est a Sud Ovest progressivamente affiancati e poi sostituiti da più di 46 imponenti stele antropomorfe, prima vera manifestazione del megalitismo in quest’area, magistrali capolavori della statuaria preistorica.

La destinazione d’uso dell’area si fa nettamente funeraria con la costruzione delle prime tombe megalitiche, probabilmente occupate da membri di eminenti famiglie della comunità, costruite totalmente fuori terra. Protagonista esemplare è la cosiddetta “Tomba 2”, eretta su un’insolita piattaforma triangolare di pietrame, utilizzata per quasi un millennio come sepoltura collettiva ospitante i resti di ben 39 individui.

 

Il museo

Il museo è stato inaugurato il 24 giugno 2016. Il percorso espositivo dell’area megalitica di Saint-Martin-de-Corléans inizia con una discesa temporale dall’odierno alla preistoria: lungo un tragitto costellato da immagini riferite alla storia umana, le passerelle dall’ingresso del museo conducono il visitatore al livello del sito archeologico vero e proprio (a circa 6 metri sotto il livello stradale).

Qui si apre allo sguardo un ambiente grandioso: l’effetto cercato è quello di una comprensione visiva emozionale dell’insieme, colto come complesso monumentale, modulato dall’illuminazione che muta gradatamente con riferimento alle diverse ore del giorno.

Attraversando la dimensione del tempo, i toni delle luci colorano l’atmosfera che avvolge i reperti archeologici, il dolmen, le stele abbattute, le piattaforme, le tracce delle arature.

La visita è un continuo affaccio sul sito archeologico, in una sorta di costante dialogo “interno-museo / esterno-sito”. Spiegazioni, approfondimenti e interpretazioni sono disponibili su apparati didattici e multimediali.

L’itinerario si articola in sei sezioni, che seguono e ricostruiscono la periodizzazione del sito: la curva accogliente della cronologia termina indicando il passaggio alle arature, quindi ai pozzi, attraversando poi il lungo ambiente dedicato agli allineamenti di pali, per giungere alle stele antropomorfe e alla conclusiva fase delle tombe.

 

Approfondimenti: http://www.lovevda.it/file/displayfile/63658 

Eventi: http://museoarcheologicoregionale.com/select/

 

ORARI

Orari:

Ottobre – Marzo - 10-13 14-18

Chiuso 25 dicembre e 1° gennaio

Aprile – Settembre  9-19

Ultimo ingresso 45 minuti prima della chiusura

 

Tariffe: € 7 (intero)  € 5 (ridotto) € 2,00 ridotto 6-18 anni

RIDOTTO: – agli studenti; – alle comitive di almeno 25 persone paganti; – nei casi di convenzioni specifiche segnalate presso i singoli siti.

RIDOTTO MINORI: – ai ragazzi di età compresa fra 6 e 18; – alle scolaresche.

GRATUITO: – ai bambini fino a 6 anni non compiuti; – ai soggetti portatori di handicap in possesso della certificazione di cui alla legge 104/92 ed al loro accompagnatore; – agli insegnanti e agli accompagnatori di scolaresche, in proporzione di 1 ogni 10 alunni.

 

CONTATTI

Area megalitica di Saint-Martin de Corléans

Corso Saint-Martin de Corléans - 11100 AOSTA (AO)

Telefono: (+39) 0165552420

Fax: (+39) 0165552556

E-mail: beniculturali@regione.vda.it

Mappa

Random #aostaLife

COMUNE DI AOSTA Piazza Chanoux, 1 - 11100 AOSTA Tel: 0165 3001 Fax: 0165 45603 || p.iva 00040890071 || c.f. 00120680079 || Cookie || Accessibilità
e-mail protocollo protocollo@comune.aosta.it || e-mail PEC protocollo@pec.comune.aosta.it